Excite

Come fare amicizia sull'autobus

Sull'autobus, capita a molti fra di noi, si passano più o meno lunghi periodi della giornata; succede così di vedere tante facce, alcune nuove e altre invece già viste. Ecco quindi come fare amicizia sull'autobus, per spendere al meglio il tempo del nostro tragitto verso casa, verso il lavoro o la scuola.

Attaccare discorso

Attaccare discorso sull'autobus non è poi così difficile. Perchè, se vogliamo conoscere una persona che vediamo spesso - se non addirittura tutti i giorni - fare un pezzo di strada insieme a noi, sapremo di sicuro già alcune cose su di lei. Per esempio, osservando le fermate a cui sale e a cui scende, sapremo in che luoghi si muove e in che zone gira, potremo già tirare a indovinare sul lavoro che fa o sulla scuola che frequenta. Ecco così che una domanda di approccio tipica potrebbe essere: "Scusa, ho visto che scendi sempre vicino alla tale via, non è per caso che conosci...?" e continuiamo a piacere, citando qualcuno che abita in zona o un luogo di quel quartiere che conosciamo bene.

Sì, ci sono poche cose che vengono in modo altrettanto naturale su come fare amicizia sull'autobus: perchè, comunque sia, sappiamo di dover condividere lo stesso spazio e un certo periodo di tempo e quindi verrà automatico lasciarsi andare a due chiacchiere. Ma se questa persona non è un'abituale passeggera della nostra stessa linea? Niente paura: in questo caso basterà farsi avanti con qualche stratagemma più generale, come ad esempio chiedendo se sa qual è la fermata a cui dobbiamo scendere.

Scusa, solo un'informazione...

Come abbiamo visto, fare amicizia sull'autobus è tutt'altro che complicato: una informazione, se richiesta con la dovuta gentilezza e magari anche con un bel sorriso, non si nega mai a nessuno. E poi si sa che da cosa nasce cosa: cerchiamo di capire dove scenderà e attaccare discorso, come dicevamo poco sopra, sarà un attimo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018