Excite

Come rimorchiare ragazze giapponesi: quello che c'è da sapere

Il fascino orientale ha sempre esercitato un certo potere nel maschio europeo. La bellezza del diverso però, oltre ad essere incredibilmente attrattiva, può certe volte rivelarsi un serio ostacolo. Delle sostanziali differenze sociologiche, culturali e quindi comportamentali possono annullare del tutto anche le più rodate tecniche seduttive. Conquistare una ragazza giapponese può a volte diventare un’impresa piuttosto ardua. Ecco qualche consiglio:

    Facebook

IL PAESE FA LA DIFFERENZA

Per prima cosa è fondamentale capire dove ci troviamo. Il comportamento di una ragazza giapponese a Tokyo può essere molto diverso dal comportamento che questa terrebbe in Italia. Nonostante Tokyo sia una grande metropoli ci sono degli aspetti della tradizione orientale ancora molto presenti e “l’occhio della società” ha tuttora una certa importanza. Una ragazza giapponese, in Giappone, può essere decisamente timida e la pazienza è un’arma che dovrete maneggiare con destrezza. Il mito dell’italiano come grande amatore esiste eccome ma se in Italia l’intraprendenza è un pregio, in Giappone potrebbe spaventare. Utilizzare gli stereotipi non è mai la soluzione migliore ma, in certi casi, questi si rivelano efficaci. Basti pensare che in Giappone, esistono diversi manuali che raggruppano i comportamenti femminili per quartieri di Tokyo: si passa quindi dalle ragazze più modaiole e disinibite a quelle più taciturne e timide. Il consiglio, però, è sempre quello di andarci piano.

L’INCONTRO

Per far scoccare la scintilla è importante mostrarsi interessati senza essere invadenti. Le donne giapponesi, spesso, non sono abituate ai complimenti. Questi, se espressi in modo delicato, aiuteranno e non verranno presi come troppo audaci se è un italiano a pronunciarli (nella società giapponese non è permesso fare dei complimenti diretti). Bisogna mostrare rispetto per la cultura e approcciarsi alla ragazza parlando molto, discutendo di cose a cui lei è interessata. Giocarsi la carta del “fato” può essere fondamentale. Bisogna aiutare le ragazze a “crederci” magari coordinando eventi e coincidenze o presentandosi ad incontri casuali, inaspettati. Bisogna fare molta attenzione al linguaggio del corpo in quanto spesso la lingua non aiuta. Assicuratevi di non offendere mai, anche involontariamente, e semmai chiedete scusa. Ricordatevi che il corteggiamento deve essere lento e attento, come una cerimonia del the.

QUANDO E DOVE

Di giorno può essere molto difficile conquistare una giapponese. Si tratta di stacanoviste, dedite al lavoro e allo studio in modo estremamente diligente. Di giorno, nei rari momenti liberi, sono spesso di fretta, corrono per le strade, mangiano velocemente, si fermano poco e niente. La sera è il momento migliore in quanto la giapponese di Tokyo esce molto, cena nei locali quasi ogni sera e – a volte – si ferma anche a bere qualcosa. I luoghi giusti, nei quartieri della movida di Tokyo, possono essere proprio i bar. Altrimenti vale la pena di considerare sempre gli eventi internazionali che possono sempre essere importanti occasioni di incontro.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018