Excite

Come rimorchiare sul treno

Quanta gente viaggia ogni giorno sui treni! Gente di ogni tipo: studenti, pendolari, turisti e amanti dei viaggi, professionisti sempre di corsa; non è raro, fra un numero così elevato di persone, incontrare qualcuno capace di attirare la nostra attenzione. Qualcuno che ci piace all'istante, insomma. Allora prende subito forma un dilemma: come rimorchiare sul treno? In quasi tutti i casi, il fattore tempo è una carta preziosissima: vediamo quale può essere il miglior modo per giocarsela!

I pendolari e i viaggiatori occasionali

Domandandosi come rimorchiare sul treno, occorre mettere in chiaro una questione prioritaria: il lui o la lei rappresentano un incontro frequente o una sorta di apparizione inaspettata? In altre parole: siete pendolari, dunque vi capita di vedere spesso la persona in questione, o più semplicemente non escludete l'idea di restare folgorati durante un viaggio occasionale, e perciò vi piacerebbe essere preparati a una simile, piacevole eventualità?

Nel primo caso, naturalmente siete in vantaggio. Sapete, cioè, che se non riuscite a trovare il coraggio per un approccio, potete provarci in uno dei giorni successivi. E poi gioca a favore anche il fatto di condividere questa condizione, quindi - per esempio - la si potrebbe buttare sulla... solidarietà. Pronunciare frasi del tipo "certe mattine è davvero pesante, eh?", "finalmente ce ne andiamo a casa!", quindi procedere con qualche innocente domanda ("ma tu da quanto tempo fai su e giù col treno?").

La volta dopo si torna all'attacco (in senso buono, naturalmente) e gradualmente si ha la possibilità di costruire un certo feeling. Anche nel secondo caso c'è del tempo a disposizione, ma dimunisce nettamente. E' solo per quel singolo viaggio, insomma... Speriamo sia almeno di lunga durata! La strategia di partenza non cambia: bisogna piazzare la frase giusta, con l'aria più "innocente" possibile. Ma occorre anche velocizzare il processo, della serie "o adesso, o mai più".

Accettare il rischio oppure no?

Ammesso che la chiacchierata prenda piede, con quale faccia tosta chiedere il numero di telefono a una persona sconosciuta dopo soltanto una, due, tre ore? Il timore e il dubbio sono legittimi. E la risposta è una sola: nella vita, certi treni - in tutti i sensi! - passano un'unica volta... Bisogna scegliere se prenderli o no. In fondo, cosa c'è da perdere? Si rischia di beccarsi un due di picche? Vabbè, pazienza. Tanto, appunto, le probabilità di rivedersi sono ridotte al minimo.

Ma se va bene, si esce dal vagone con un prezioso foglietto in tasca... E dopo può succedere di tutto, partendo da un semplice "come rimorchiare sul treno"!

incontri.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016