Excite

Le cose da fare e da evitare al primo appuntamento secondo la scienza

di Simone Rausi

Cosa bisogna fare e cosa non fare al primo appuntamento? Non pensateci troppo su, abbandonate quel che vi dice il cuore, l’amica esperta o la mamma. Ci sono fior di scienziati che hanno passato mesi intere a fare ricerche dentro scantinati umidi. Le migliori le ha raccolte le HuffPost. Ecco tutti i consigli da tenere a mente…

Niente cinema: una regola vecchia quanto il mondo prevede, come grande classico, la combo cinema + cena al primo appuntamento. Si tratta di un usato sicuro in quanto, nel caso in cui dovessero mancare gli argomenti di conversazione o l’imbarazzo dovesse prendere il sopravvento, parlare del film appena visto può essere un ottimo modo per riempire i silenzi. Non fatelo mai a meno che non vogliate invecchiare con i vostri gatti. Secondo una ricerca del professore Wiserman, solo il 9% delle persone che hanno parlato di film al primo appuntamento sono arrivati al secondo.
Parla di viaggi: al contrario, parlare della volta che avete fatto il cammino di Santiago, avete mangiato toporagni in Tibet o avete visto il Tamigi al tramonto sarebbe un ottimo modo per affascinare. Questo lo dice una ricerca commissionata da Expedia che sarebbe un tantino di parte, ma noi ci crediamo.
Parla di viaggi: al contrario, parlare della volta che avete fatto il cammino di Santiago, avete mangiato toporagni in Tibet o avete visto il Tamigi al tramonto sarebbe un ottimo modo per affascinare. Questo lo dice una ricerca commissionata da Expedia che sarebbe un tantino di parte, ma noi ci crediamo.
Vacci di lingua, da subito: perdonerete la poca delicatezza ma è ora di smentire l’ipotesi che al primo appuntamento non si bacia nessuno e che ci si concede dopo un paio di mesi. Secondo l’università di Oxford (che non è proprio l’ultima arrivata) bisogna baciare la persona nel momento in cui l’istinto ce lo suggerisce. Questo vale soprattutto per le donne.
Sedetevi alla sua destra: secondo una ricerca dell’Università di Chieti se parlate all’orecchio destro avete maggiore possibilità di mantenere alta l’attenzione. Questo perché le informazioni che entrano da quel lato vengono elaborate dall’emisfero sinistro del cervello deputato alla logica e alla razionalità.
No all’insalata: Oltre la metà delle persone giudica l’altro dai piatti che ordina. Al 27% degli uomini piacciono le donne che ordinano piatti sostanziosi come hamburger o costine. No all’insalata perché comunicherebbe tristezza. La ricerca, pubblicata sul Daily Mail, è stata commissionata da una nota catena di fast food americana.
No all’insalata: Oltre la metà delle persone giudica l’altro dai piatti che ordina. Al 27% degli uomini piacciono le donne che ordinano piatti sostanziosi come hamburger o costine. No all’insalata perché comunicherebbe tristezza. La ricerca, pubblicata sul Daily Mail, è stata commissionata da una nota catena di fast food americana.
Si alla birra: il vino non è sexy quanto pensiamo. La birra aiuterebbe a sciogliersi, a far aumentare la libido e a contrastare l’eiaculazione precoce. Un tris perfetto per il primo appuntamento. Secondo una ricerca del Times il 60 per cento degli amanti della birra è più propenso a lasciarsi andare già al primo incontro. A patto che la birra sia buona e di qualità però…
Non mentire, ti si legge in faccia: i ricercatori dell’Università di New York hanno stabilito che l’opinione su una persona si forma entro pochi secondi. Le caratteristiche principali del carattere si leggerebbero dai lineamenti. Avete poco da nascondere…
Racconta un segreto: Lo psicologo Marco Rossi ci ha illuminato tutti dicendo che la gente ha paura di essere ingannata. Immaginate che per la persona che avete di fronte voi potete tranquillamente essere un’altra fregatura. Occhio però a non aprirvi troppo. Se il segreto è che attaccate le caccole sotto la sedia dell’ufficio o che, da piccoli, al campeggio, avete fatto brillare un gatto allora anche no.
Posa lo smartphone: non cominciate a fare selfie selvaggi, non taggate l’altro/a, non fate foto alla cena ma, soprattutto, contenetevi. Le persone non amano che i dettagli della loro storia d’amore, specie se all’inizio, vengano spiattellati su Facebook. Lo dice una ricerca dell’ Università del Kansas.
Posa lo smartphone: non cominciate a fare selfie selvaggi, non taggate l’altro/a, non fate foto alla cena ma, soprattutto, contenetevi. Le persone non amano che i dettagli della loro storia d’amore, specie se all’inizio, vengano spiattellati su Facebook. Lo dice una ricerca dell’ Università del Kansas.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019