Excite

Nuovi amici in palestra, come fare? I consigli da seguire e gli errori da evitare

Le palestre sono uno dei luoghi sociali per eccellenza. Frequentate assiduamente da persone potenzialmente simili a noi. Ma come fare amicizia? Ecco i consigli da seguire e gli errori da evitare…
    facebook

STRATEGIE PREPARATORIE

Prima di passare alle strategie da attacco ci sono delle doverose premesse. Cominciamo dal luogo stesso: la palestra. Rimorchiare o fare amicizia è così facile come sembra? Da una parte ci sono i pro: su tutti la possibilità di relazionarsi con più facilità in un ambiente dove si è predisposti alla chiacchiera. Senza considerare che l’attività fisica aiuta la produzione di endorfine che ci predispone ad essere di buonumore. Di contro c’è che reggere il confronto con uomini palestrati dai bicipiti guizzanti e donne toniche con le tartarughe scolpite può essere un attimino scoraggiante (i complessi di inferiorità sono dietro l’angolo). Non dovete assolutamente fare i timidi o sentirvi inferiori agli altri. A questo punto dovete cercare di capire gli orari e i giorni in cui la persona che vi interessa frequenta. Mi raccomando, non dovete mai apparire come degli stalker. Inoltre ricordatevi che è molto più facile fare amicizia ad un corso (arti marziali, aerobica, balli) o al massimo in sala. Spogliatoi e sala attrezzi sono out. Nel primo caso si cerca di essere più riservati possibili (apparireste come dei maniaci) anche se si crea un clima cameratesco che predispone alle amicizie, nel secondo si cerca di essere quanto più concentrati.

ALL’ATTACCO

La cosa migliore che si può fare per iniziare una conoscenza, sia questa finalizzata a un’amicizia, a una relazione o a una storiella, è dimostrarsi complici. Il primo aggancio va fatto con lo sguardo, meglio ancora se questo è accompagnato da un sorriso. Il tempismo è tutto. Se vedete l’altra persona in difficoltà o molto stanca sorridete complici. Deve essere un sorriso che sa di comprensione e non di derisione. Date qualche consiglio ma mantenetevi sempre empatici. Non assumete il ruolo superiore del personal trainer. Dopo l’aggancio, che quasi sempre è relativo al modo di fare l’esercizio o alla difficoltà, si può passare alla conversazione che deve avvenire sempre delicatamente e per gradi. La palestra è il luogo in cui è anche più facile fare dei complimenti. Fanno sempre presa ma solo se avvengono in contesti naturali, senza l’artificio della forzatura (ad esempio: “Non preoccuparti del carico, io non alzerei troppo, sei già molto tonica, sei in forma!”). Cercate di scoprire degli interessi in comune e fate leva su quello. Offrite un energy drink o compratele/gli dell’acqua. Se riuscite spostate la conversazione al bar della palestra o, meglio, prendete un aperitivo fuori. Parlare di locali e nuovi posti è un ottimo aggancio.

COSA NON FARE

Oltre ai consigli su come avere successo è doveroso specificare quanto possa essere pericoloso attuare certi atteggiamenti nemici delle relazioni in palestra. Innanzitutto evitate assolutamente l’abbigliamento ridicolo, striminzito, troppo fluo o inappropriato. Rispettate le più normali norme igieniche, evitate di gridare come degli ossessi quando fate degli sforzi, non passate il vostro tempo a guardarvi allo specchio o a dare consigli non richiesti: non siete dei personal trainer.

incontri.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017