Excite

Adulti, troppo web...stroppia

Sempre più giovani sono affetti da anoressia sessuale. Disturbo della sessualità conseguente all’esposizione prolungata a siti a luce rossa. A novembre 2010 sono 7,8 milioni gli italiani che fruiscono di contenuti porno, pari al 29 per cento dei navigatori totali, più 58% rispetto al 2005. Lo afferma una ricerca del consumo in Italia dei portali dedicati al sesso.

‘Questa indagine’ spiega il professor Carlo Foresta, presidente della Società italiana di andrologia e medicina sessualità, andrologo ordinario di Patologia clinica all'Università di Padova, promotore della ricerca ad Adnkronos ‘nasce dalla necessità di comprendere un fenomeno clinico nuovo che investe sostanzialmente i giovani sotto i 25 anni: l'anoressia sessuale. Su 50 ragazzi che si sono rivolti ai nostri ambulatori per patologie della sessualità, calo della libido e disfunzione erettile, il 70% aveva da anni la cattiva abitudine di frequentare in Internet siti pornografici molto spinti. La fruizione quotidiana di simili immagini ha rallentato la maturazione cerebrale della sessualità, svincolato il sesso dall'affettività, e fatto perdere d'interesse verso la sessualità reale che invece, per un sano sviluppo, ha bisogno di fantasia. Ed è proprio la fantasia che i siti Internet uccidono veicolando video e foto estremamente disinibiti'.

'La sessualità in Internet è fredda, ripetitiva e questo' sottolinea Foresta 'determina assuefazione e comporta poi, nella vita reale, mancanza di desiderio. Un cambiamento nell'approccio comportamentale di questi giovani ha portato significativi miglioramenti: l'abbandono completo della frequentazione dei siti porno accompagnato dalla lettura di libri che sottolineano un legame forte tra affettività, sessualità e fantasia ha contribuito in maniera importante al rafforzarsi di una sessualità sana, autentica e responsabile’.

Foto da: http://it.dreamstime.com

incontri.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016